DE BERTI JACCHIA FRANCHINI FORLANI VINCE DAVANTI ALLA CORTE DI CASSAZIONE A SEZIONI UNITE

marketude Andrew Paton, Arbitrato e ADR, David Maria Santoro, Emanuela Monteleone, Fabio Ferraro, Immobiliare e Retail, Sulla stampa, Tempo libero, Sport, Sponsorizzazioni e Turismo

IL DIVIETO DI ARBITRATO IN TEMA DI CANONE POSTO DALL’ART.54 LEGGE 392/1978 DEVE RITENERSI ABROGATO ANCHE PER LE LOCAZIONI AD USO DIVERSO DALL’ABITATIVO

Roma, 20 giugno 2017 – Con un’ordinanza depositata lo scorso 15 giugno, la Corte di Cassazione a Sezioni Unite ha dichiarato ammissibile il ricorso all’arbitrato estero in una controversia sulla determinazione del canone di un contratto di locazione ad uso non abitativo regolato dalla legge italiana, espressamente ritenendo abrogato il divieto posto dall’art. 54 della legge 392/1978.

Nelle motivazioni della decisione, la Suprema Corte ha accolto le difese svolte dai professionisti dello Studio De Berti Jacchia Franchini Forlani – controricorrente nell’interesse della proprietaria di un ampio compendio immobiliare destinato ad attività alberghiera e concesso in locazione ultraventennale ad uno dei principali operatori turistici a livello internazionale – sulla necessità di procedere ad una lettura costituzionalmente orientata della previsione posta dall’art. 54 e vi ha ravvisato una irragionevole violazione dell’art. 3 della Costituzione in quanto essa, dopo le modifiche introdotte nel 1998, di fatto vietava di deferire in arbitrato solo la cognizione delle controversie in tema di canone per le locazioni ad uso non abitativo.

Il team di De Berti Jacchia Franchini Forlani era composto dai soci David Maria Santoro, Andrew Garnett Paton e Fabio Ferraro e dalla senior associate Emanuela Monteleone.

David Maria Santoro commentando la decisione sottolinea che: “Siamo particolarmente soddisfatti di questo risultato. La rimozione del divieto costituisce un’interessante ed innovativa presa di posizione del giudice di legittimità rimuovendo un ostacolo obsoleto ma apparentemente insormontabile all’ ingresso dell’arbitrato nel settore delle controversie locatizie”.

Andrew Paton aggiunge: “La decisione pone fine ad alcune incertezze sull’arbitrabilità delle controverse in materia di locazioni commerciali, aprendo così le porte allo sviluppo dell’arbitrato anche in questo settore e favorendo l’entrata di investitori immobiliari stranieri in Italia.

IN THE PRESS

LegalCommunity – DE BERTI JACCHIA VINCE DAVANTI ALLA CORTE DI CASSAZIONE A SEZIONI UNITE