LA CORTE DI GIUSTIZIA NELLA SENTENZA GILEAD CHIARISCE I CRITERI PER DETERMINARE SE UN PRODOTTO SIA PROTETTO DA UN BREVETTO DI BASE IN VIGORE AI FINI DEL RILASCIO DI UN CPC. ANCHE IL TRIBUNALE FEDERALE SVIZZERO SI ESPRIME SUL CPC NAZIONALE PARALLELO DI GILEAD

marketude Globally Minded, Prospettive, Pubblicazioni, Roberto A. Jacchia, Sara Capruzzi

In data 25 luglio 2018 la Corte di Giustizia dell’Unione Europea si è pronunciata nella Causa C-121/17, Teva UK e a., sulla nozione di “prodotto protetto da un brevetto di base in vigore” ai sensi dell’articolo 3, lettera a), del Regolamento (CE) n. 469/2009 sul certificato protettivo complementare per i medicinali…

Scarica l’articolo